Trump lancia l’unilateralismo mentre gli Stati Uniti descrivono la Svizzera e il Vietnam come manipolatori di valuta

Un funzionario del Tesoro degli Stati Uniti ha detto che il team di transizione di Biden non è stato informato, aggiungendo: “Non sono coinvolti. Questa è una decisione dell’amministrazione Trump”.

Caricamento in corso

Un portavoce del team di transizione di Biden non è stato immediatamente disponibile per un commento.

Per essere classificati come manipolatori dal Tesoro degli Stati Uniti, i paesi devono avere almeno un surplus commerciale bilaterale di oltre $ 20 miliardi con gli Stati Uniti e l’intervento sui cambi supera il 2% del PIL e il surplus delle partite correnti globali che è Supera il 2 per cento del PIL.

Un funzionario del Tesoro ha detto che il Vietnam e la Svizzera hanno superato questi standard “con un ampio margine”.

La squadra del presidente eletto ha criticato altre mosse del segretario al Tesoro degli Stati Uniti Stephen Mnuchin, inclusa la fine di alcuni programmi di prestito epidemico della Fed.

Mnuchin ha affermato in una dichiarazione che il Dipartimento del Tesoro “ha compiuto un passo forte oggi per proteggere la crescita economica e le opportunità per i lavoratori e le aziende americane” e lavorerà con entrambi i paesi “per eliminare le pratiche che creano vantaggi sleali per i concorrenti stranieri”.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen potrebbe modificare i risultati nel suo primo rapporto sulla valuta, che è previsto per aprile.

La sfida svizzera

In risposta a queste accuse, la Banca nazionale svizzera ha affermato che non sta manipolando la sua valuta e che la sua politica monetaria non cambierà, aggiungendo che “rimane pronta a intervenire in modo più aggressivo nel mercato dei cambi”.

READ  Amazon e Sky hanno annunciato una partnership e riunito il meglio dell'intrattenimento in un unico luogo giusto in tempo per Natale: i dispositivi

Il ministero del Commercio vietnamita ha rifiutato di commentare il rapporto e ha sottoposto domande al ministero degli Esteri di Hanoi.

Il rapporto afferma che almeno una parte dell’intervento sul cambio del Vietnam era finalizzato a spingere il dong verso il basso per ottenere un vantaggio commerciale, mentre almeno una parte del lavoro della Svizzera era finalizzato ad abbassare il franco svizzero per prevenire aggiustamenti efficaci della bilancia dei pagamenti.

La Banca nazionale svizzera ha detto che non sta manipolando la sua valuta e che la sua politica monetaria non cambierà, aggiungendo che lo è "Resta pronto ad intervenire in modo più aggressivo sul mercato dei cambi".

La Banca nazionale svizzera ha detto che non sta manipolando la sua valuta e che la sua politica monetaria non cambierà, aggiungendo che “rimane pronta ad intervenire in modo più aggressivo sul mercato dei cambi”.credito:Bloomberg

Il Tesoro ha detto che l’intervento sui cambi svizzeri è stato pari al 14% del PIL.

Ha aggiunto che il Vietnam, che ha visto un aumento degli investimenti esteri da parte di società che cercano di evitare i dazi statunitensi sui beni cinesi, ha visto interferenze con oltre il 5% del suo PIL.

Il funzionario del Tesoro degli Stati Uniti ha detto che gli Stati Uniti vogliono lavorare in cooperazione con entrambi i paesi per riportarli al di sotto delle soglie di manomissione e hanno rifiutato di speculare se il processo potrebbe portare a tariffe statunitensi sulle loro merci.

Tra i rimedi specificati nelle leggi statunitensi che regolano la determinazione della valuta c’è quello di limitare l’accesso ai contratti di appalto del governo degli Stati Uniti e al finanziamento dello sviluppo per i paesi in violazione.

Il Vietnam potrebbe dover affrontare dazi nell’ambito di un’indagine separata da parte dell’ufficio del Rappresentante commerciale degli Stati Uniti ora in corso sulle ragioni del deprezzamento del dong dong. I risultati del Tesoro potrebbero influenzare questa indagine e alcuni nella comunità imprenditoriale temono che Trump possa entrare rapidamente in essa.

READ  L'Italia punta a tornare alle offerte pubbliche iniziali dopo la pubblicazione degli elenchi nel 2021

L’etichetta ha aumentato brevemente il valore del franco svizzero rispetto al dollaro. Gli analisti della strategia Forex hanno affermato che questa mossa potrebbe rendere un po ‘più difficile l’intervento della BNS, poiché allentando la pandemia di coronavirus si ridurrà la pressione al rialzo sul franco.

Caricamento in corso

Il Tesoro ha anche detto che la “lista di controllo” per i paesi che soddisfano alcuni dei criteri ha raggiunto 10, con l’aggiunta di Taiwan, Thailandia e India. Altri paesi rimasti nell’elenco includono Cina, Giappone, Corea, Germania, Italia, Singapore e Malesia.

Il rapporto affermava inoltre che anche l’India e Singapore avevano interferito nel mercato dei cambi in “modo sostenibile e disuguale” ma non avevano soddisfatto altri requisiti per giustificare la loro classificazione come manipolatori.

Reuters

Riepilogo del mercato

Un breve riassunto della giornata nei mercati, le ultime notizie economiche e le opinioni degli esperti vengono consegnati nella tua casella di posta ogni pomeriggio. Registrati qui.

I più visti nelle opere

Caricamento in corso

More from Cirillo Buratti

Startup Made in Italy al GITEX 2021 Dubai

Dubai Ottieni una vittoria significativa contro la pandemia di Covid 19. GITEX,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *