Roberto Mancini, Direttore per l’Italia, visita il Dubai Sports Council

Il regista italiano Roberto Mancini (al centro) è in piedi con una copia di “My Story” scritta dallo sceicco Mohammed e fornitagli dalle autorità del Dubai Sports Council.
Credito fotografico: foto allegata

Dubai: Martedì il Dubai Sports Council (DSC) ha ricevuto l’attuale direttore tecnico della squadra di calcio italiana Roberto Mancini presso la propria sede e ha consegnato all’ex allenatore del Manchester City e dell’Inter una copia di “My Story”, le note di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Presidente Gabinetto e sovrano di Dubai.

Saeed Hareb, segretario generale del Dubai Statistics Centre, ha ricevuto Mancini insieme a Nasser Aman Al-Rahma, segretario generale aggiunto del Dubai Statistics Centre, e ha accompagnato il 56enne in un tour della sede del Consiglio, oltre a una panoramica del ruolo che il consiglio svolge nella promozione dello sport. A diversi livelli.

Ha ringraziato Mancini Hareb e Dubai Sports Centre per la loro ospitalità e si è congratulato con il consiglio per l’ottimo lavoro che stavano facendo nel promuovere Dubai come una delle migliori destinazioni sportive del mondo. Ha anche espresso la sua ammirazione per la saggia leadership di Dubai per creare un’oasi di pace, tolleranza e sicurezza e ha considerato Dubai uno dei luoghi preferiti per lui e la sua famiglia nel mondo.

Il 56enne, uno dei nomi di spicco nel mondo dell’allenamento e della gestione del calcio, è stato un assiduo frequentatore degli Emirati e di Dubai, soprattutto da quando ha assunto le redini del Manchester City nel 2009, dove ha guidato il City in Premier League. Titolo in 44 anni nel 2011-2012. Ha anche vinto la FA Cup (2010-2011) e l’FA Shield (2012) con il club inglese prima di separarsi nel 2013.

Mancini è arrivato al Manchester City dopo impressionanti periodi amministrativi in ​​Fiorentina, Lazio e Inter, dove ha vinto tre titoli consecutivi di Serie A, oltre a due Coppe Italia e due Supercoppe italiane. All’Inter, era al vertice del record italiano di 17 vittorie consecutive in campionato, una striscia che ha attraversato quasi la metà della stagione 2006-2007.

Come allenatore, Mancini detiene anche una serie di altri record, tra cui finali consecutive di Coppa Italia dal 2004 al 2008 (con la Lazio nel 2004 e con l’Inter nelle successive quattro stagioni), oltre al primato di aver raggiunto almeno le semifinali della competizione di Coppa Nazionale. Maggiore tra il 2002 e il 2014.

Mancini ha avuto anche una ricca carriera come giocatore, ed è meglio conosciuto per il suo tempo al club italiano Sampdoria, dove ha giocato più di 550 partite e ha aiutato la squadra a vincere il titolo di campionato italiano (1990-1991), quattro titoli. Italia e Coppe delle Coppe (1989-90).

Nel 1997, dopo 15 anni alla Sampdoria, Mancini lascia la Lazio, dove vince un altro scudetto (1999-2000), oltre alla Coppa delle Coppe (1998-1999), la Supercoppa Europea (1999), due titoli di Coppa Italia e Supercoppa Italiana.

Attaccante attaccante, Mancini è stato incoronato 36 volte dall’Italia e ha partecipato alla Coppa delle Nazioni del 1988 e alla Coppa del Mondo FIFA 1990, e gli italiani hanno raggiunto le semifinali in entrambi i tornei.

READ  Sports Digest: Jin Young Ko guida la finale della stagione LPGA
Written By
More from Elpidio Greco

Lo scenario in Spagna manda Melek all’Atletico!

Ricorda Arkandius Milik. Non è passato molto tempo da quando l’attaccante polacco...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *