Quali sono le prospettive per la prima divisione dopo che il Napoli ha vinto l’appello per la sconfitta della Juventus per coronavirus?

Martedì il Consiglio delle Assicurazioni del Comitato Olimpico Italiano, il più alto tribunale dello sport italiano, ha accolto il ricorso del Napoli contro la Juventus.

Lo scorso ottobre Parthenobi Hanno subito una sconfitta per 3-0 e hanno detratto un punto per non aver assistito alla partita contro la Juventus a Torino in mezzo alla confusione sul protocollo COVID-19.

Con una decisione a sorpresa, il consiglio di amministrazione del CONI ha annullato il primo arbitro – confermato in precedenza da FIGC e Serie A, e ha ordinato la ripresa della partita e annullato il pareggio da un punto del Napoli.

La partita tra Juventus e Napoli, prevista provvisoriamente per il 4 ottobre a Torino, non è mai avvenuta perché l’ospite non si era mai recato all’Allianz Stadium.

L’SSC Napoli ha sostenuto che l’autorità sanitaria locale aveva vietato alla squadra di viaggiare a causa di due casi positivi di COVID-19 nella squadra, vale a dire il centrocampista polacco Piotr Zielinski e il giocatore della Macedonia del Nord Eljif Elmas.

La partita è stata fissata pochi giorni dopo il confronto del Napoli con il Genoa, che ha poi contratto più di una dozzina di casi di coronavirus.

Tuttavia, la Serie A ha respinto la richiesta dell’SSC Napoli di annullare la partita sostenendo che il Partenopei “non ha aderito ai protocolli COVID-19 del campionato”, implicando che la loro incapacità di comparire nella partita era una loro causa.

Secondo la decisione della Lega italiana, il club del Napoli avrebbe dovuto seguire l’attuale protocollo COVID-19, che è stato accettato da tutti i club prima della stagione.

Di conseguenza, la Corte Disciplinare della Lega ha successivamente perso la partita contro la Juventus e il Napoli ha ricevuto un punto.

L’avvocato SSC Napoli Mattia Grassani, definendo “storica” ​​la sentenza, ha commentato: “E ‘una vittoria per David su Golia, il che significa che tutti pensavano avremmo perso, mentre il CONI ha dimostrato che avevamo ragione”.

Anche il presidente dell’SSC Napoli Aurelio de Laurentiis ha espresso soddisfazione per la sentenza su Twitter.

“Siamo felici. Viviamo in un Paese in cui le persone che rispettano la legge non possono essere giudicate. Il Napoli segue sempre le regole”.

Fabio Barazzi, CFO della Juventus, ha invece risposto freddamente alla decisione.

“Il primo commento che facciamo è che siamo sempre stati outsider e indifferenti alla situazione”, ha detto a Sky Sport Italia.

“Quando ci chiederanno di giocare, prenderemo la palla e saremo lì. Dopo tutto, eravamo pronti per giocare il 4 ottobre”.

A seguito della sentenza, la classifica della Serie A italiana è cambiata, con la Juventus che è passata da 27 a 24 punti, mentre il Napoli è salito a 24 punti al terzo posto.

Accostata alle polemiche che sicuramente solleverà la sentenza, la decisione lascia la Serie A con due grandi casi.

Il primo ha a che fare con la ricerca di una data per riprogrammare la partita, poiché il calendario della Serie A è già pieno a causa della pandemia COVID-19.

I media italiani hanno riferito che la partita potrebbe essere rinviata il 13 gennaio, ma non è chiaro se le due squadre continueranno il loro cammino nelle competizioni internazionali.

Con la squadra di Andrea Pirlo che affronta il Porto negli ottavi di Champions League e gli uomini di Gennaro Gattuso in trasferta a Granada il 18 febbraio, c’è poco spazio per la flessibilità nelle partite.

Se la data menzionata è confermata, allora Bianconeri Affronterà 5 partite in soli 15 giorni, compresa la finale di Supercoppa Italia contro l’SSC Napoli, in programma il 20 gennaio.

Il secondo problema è che l’arbitro sta creando un precedente che potrebbe essere devastante per la prima divisione e minacciando il protocollo COVID-19, che è stato specificamente progettato per evitare circostanze simili.

Il Protocollo della Lega Italiana per i casi di Coronavirus è lo stesso del Regolamento UEFA.

Se una squadra ha 13 giocatori a disposizione, compreso almeno un portiere, la partita può ancora essere giocata, ma l’arbitro SSC Napoli potrebbe tentare altre squadre a fare lo stesso, sperando di riprogrammare la partita se hanno più casi di COVID-19. Positivo.

READ  Top 30 migliori Camera Daria 29 Mtb del 2021: recensione e funzionalità intelligenti
Written By
More from Elpidio Greco

La Samp vince a terra, Crotone 3-1

Primo ingresso: sabato 19 dicembre 2021, alle 21:02 La Sampdoria ha festeggiato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *