L’Italia punta a tornare alle offerte pubbliche iniziali dopo la pubblicazione degli elenchi nel 2021

(Bloomberg) – Che differenza fa un anno. Dopo che Milano ha chiuso il 2019 come il miglior posto in Europa per elencare nuovi annunci, evidenziando l’ampia gamma di piccole imprese a conduzione familiare in Italia, il mercato IPO Nei paesi colpiti da un buco quest’anno poiché gli investitori si sono allontanati durante la pandemia.



Un edificio con un'ora nel mezzo di una città di notte: le auto sono parcheggiate fuori dalla Borsa Italiana, la Borsa Italiana, parte del London Stock Exchange Group, a Milano, Italia, giovedì 8 ottobre 2021 il London Stock Exchange Plc Group è vicino a vendere l'Italiana a Euronext NV e due istituzioni Due italiani per circa 4,5 miliardi di euro (5,3 miliardi di dollari) compreso il debito, secondo chi ha familiarità con l'affare.


© Bloomberg
Le auto sono parcheggiate davanti alla Borsa Italiana, che fa parte del London Stock Exchange Group Plc, a Milano, Italia, giovedì 8 ottobre 2021. London Stock Exchange Group Plc è vicino alla vendita di Borsa Italiana a Euronext NV e due società italiane per 4,5 miliardi. Un euro (5,3 miliardi di dollari) compreso il debito, secondo le persone che hanno familiarità con l’accordo.

Dopo un anno che ha visto 35 offerte pubbliche iniziali per un valore di 2,9 miliardi di dollari, solo 15 aziende sono diventate pubbliche a Milano nel 2021, raccogliendo solo 745 milioni di dollari, secondo i dati compilati da Bloomberg. Anche con tre offerte pubbliche iniziali in corso, l’Italia è in ritardo rispetto a Regno Unito, Svezia e Norvegia nel numero di accordi.

Caricamento in corso...

Errore di caricamento

“Rispetto ad altri paesi, l’Italia ha decisamente sofferto di più quest’anno dal lato IPO”, ha detto. Marco Davide, Head of Strategy and Transactions for the Mediterranean Region presso EY. Tuttavia, l’attività degli accordi nel mercato AIM è rimbalzata nelle ultime settimane e “ci sono anche un sacco di accordi in arrivo, quindi ci aspettiamo di vedere un buon flusso di IPO nella prima parte del 2021”.

Leggi: La più grande IPO di Pop arriva dal più trafficato d’Europa: ECM Watch

READ  Ragazzo tifo per la maglia del Djiko Roma - successo sui social - Südtirol news

Le condizioni commerciali nel 2021 hanno giocato contro i tradizionali punti di forza dell’Italia: piccole e medie imprese in settori tra cui manifatturiero, consumatori e vendita al dettaglio. Questi gruppi “hanno sofferto di più nel contesto della pandemia”, ha detto Davide, mentre quest’anno la tecnologia, la sanità e l’industria hanno dominato l’attività globale di IPO.

Tra le società quotate quest’anno a Milano, GVS SpA è stata l’unica società riconosciuta per le negoziazioni sul principale mercato MTA di Borsa Italiana. Il produttore di maschere vitali e componenti di filtri per ventilatori è aumentato del 79% da giugno Sottoscrizione.

I banchieri milanesi segnalano la ripresa dell’attività da giugno come un segnale positivo per il prossimo anno. “La maggior parte degli accordi è avvenuta nella seconda parte dell’anno ed è andata bene”, ha affermato Massimo Jeonso, CEO di CFO SIM SpA. “Nei prossimi mesi, ci aspettiamo molta azione con diverse IPO già sulla linea di partenza”.

Prossimi elenchi

Antonio Amendola, portfolio manager di Acomea Sgr SpA, ha affermato che il prossimo anno “potrebbe essere migliore del 2019 in termini di IPO perché ci sono molti catalizzatori positivi in ​​vista”, tra cui un miglioramento dell’economia e un’esenzione dall’European Recovery Fund, mentre l’Italia si prepara ad ottenere La quota maggiore. Diverse aziende si sono già messe in coda per gli elenchi:

Video: Perché Jane Munster di Loup Ventures afferma di essere più selettivo riguardo alle azioni FAANG che possiede (CNBC)

Comal SpA, installatore di sistemi solari, prevede di iniziare a fare trading sul mercato AIM il 16 dicembre. “Abbiamo assistito a una crescita significativa negli ultimi tre anni e abbiamo deciso di offrire azioni pubbliche per raccogliere fondi e supportare i piani di sviluppo”, ha dichiarato il CEO Alfredo Balletti: Massimo Mori, CEO di Seco SpA, ha confermato il programma del fornitore di soluzioni IoT per l’offerta pubblica iniziale nella Parte Uno. Dal 2021. “Sosteniamo i nostri piani poiché la società sta andando molto bene”, ha detto Morey. . “Siamo in un settore la cui diffusione ha subito un’accelerazione a causa dell’epidemia”. Le soluzioni digitali per i settori medico e farmaceutico rappresentano circa il 40% dei ricavi e l’azienda ha sviluppato un sistema non invasivo Ventilatore polmonareBiotechnology Corporation Flugen E il Lima Company, Il quotidiano Il Sole 24 Ore riporta che uno specialista in dispositivi medici ricostruttivi potrebbe tenere una IPO il prossimo anno. Philogen ha detto che l’elenco è un’opzione che sta prendendo in considerazione, mentre LimaCorporate ha rifiutato di commentare.

Tuttavia, il mercato IPO del paese manca ancora di un grande nome per portarlo al livello successivo. Sebbene noti marchi come Valentino Fashion Group e Italie, specialista del mercato alimentare, siano stati periodicamente collegati a quotazioni future, nessuno dei due ha annunciato alcun piano.

Questo ha sostanzialmente fatto sì che Milano abbia ospitato le prime offerte pubbliche negli ultimi due anni. I dati mostrano che 12 delle inserzioni del 2021 hanno raccolto meno di 10 milioni di euro (12 milioni di dollari).

READ  ▷ COALA: assistente vocale per produzioni future

Gionso ha detto che il prossimo anno dovrebbe vedere “un ritorno alle IPO in settori tradizionali come quello automobilistico, del lusso e dei viaggi”. “Sarebbe bello vedere alcuni grandi nomi con un peso elevato tra le società italiane quotate sul mercato e pochi altri nel principale settore MTA”.

Per altri articoli come questo, visita il sito bloomberg.com

© 2021 Bloomberg LP

Continuare a leggere

More from Cirillo Buratti

Gli acquirenti americani si rivolgono allo champagne e al vino italiano in una disputa sui dazi

Bottiglie di champagne francese sono state messe in vendita lo scorso anno...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *