La scienza della dipendenza: perché non sempre ci piacciono le cose che vogliamo

  • David Edmonds
  • BBC World Service

spiegato,

I risultati potrebbero portare a un potenziale trattamento per la dipendenza.

Nel 1970, uno sfortunato e vergognoso esperimento fu eseguito su un paziente psichiatrico a New Orleans. Lo conosciamo solo con il nome di Paziente B-19.

Il B-19 era infelice. Aveva un problema di droga ed è stato espulso dall’esercito a causa della sua omosessualità.

Come parte del suo trattamento e nel tentativo di “curarlo” dall’essere omosessuale, il suo psichiatra, Robert Heath, attaccò degli elettrodi al suo cervello, collegandoli a quelli che all’epoca si credeva fossero i centri del piacere del cervello.

Durante il collegamento degli elettrodi, Il B-19 aveva la capacità di azionarlo con la semplice pressione di un pulsante.

More from Anatolio Ossani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *