Jose Mourinho è d’accordo con Sir Alex Ferguson sulla posizione del Man United Paul Pogba

L’agente del centrocampista del Manchester United Paul Pogba – Mino Raiola – ha rivelato che il tempo del nazionale francese all’Old Trafford è “finito”, poche settimane prima dell’apertura del mercato di gennaio.

Raiola, che rappresenta un gran numero di superstar di tutto il mondo, ha rivelato lunedì in un’intervista ai media italiani Tuttosport che Pogba è pronto a chiamare il tempo nella sua vita, tra cui l’ex duo del Manchester United Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku. Secondo periodo con i Red Devils, visto che non ha intenzione di firmare un nuovo contratto con il club.

Pogba è stato sia dentro che fuori dallo United finora in questa stagione, lottando per un posto regolare con Ole Gunnar Solskjaer.

“Posso dire che è finita per Paul Pogba al Manchester United”, ha detto Raiola a Tuttosport. “ Paul è scontento del Man United perché non può più esprimersi come vuole e come ci si aspetta da lui.

scarica il video

Il video non è disponibile

“Paul ha bisogno di una nuova squadra, un cambio di atmosfera. Ha un contratto per i prossimi 18 mesi e scadrà nell’estate del 2022.

“Tuttavia, penso che la soluzione migliore sia per Pogba che per il Man United sia quella di andare alla prossima finestra di mercato. In caso contrario, l’Old Trafford sa che rischiano di perderlo a parametro zero in quanto non è intenzione di Paul prolungare il suo contratto.

“Il consiglio di amministrazione del Manchester United conosce il rischio di perdere Pogba gratuitamente in quanto il giocatore non ha intenzione di prorogare [his current deal]. Se qualcuno non lo capisce, allora non capisce il calcio.

READ  Viaggi solo tra aree a basso rischio. Figli e coniugi, rilascio permessi - Corriere.it

“In ogni caso, lascia che mi incolpino se Pogba se ne va.”

Questa situazione in via di sviluppo per quanto riguarda il futuro di Pogba all’Old Trafford non dovrebbe sorprendere il manager del Tottenham Hotspur Jose Mourinho. Il presidente portoghese è stato responsabile di attirare il centrocampista in Inghilterra dai giganti italiani della Juventus nel 2016.

Tuttavia, nelle fasi finali del mandato di Mourinho a Manchester, ha incolpato le azioni di Raiola per aver causato attriti tra lui e Pogba.

Come nostra sorella è stata citata dal titolo – Manchester Evening News – Parlando nel 2018, Mourinho ha detto: “L’unica verità è che ho deciso con Paul di non essere più il secondo leader. Ma senza problemi. Non ci sono affatto problemi”.

“La stessa persona che ha deciso che Paul non era più un secondo capitano è esattamente la stessa persona che ha deciso che Paul era il secondo capitano, io stesso. Io sono il manager, posso prendere queste decisioni, senza problemi di sorta, senza problemi di sorta, solo una decisione non sono Costretto a spiegarlo. “

Tre giorni dopo, Mourinho disse: “Paul non era il vice del capitano”. “abbiamo avuto [Antonio] Valencia come capitano poi abbiamo un gruppo di giocatori che può essere vice capitano.

“Un giorno sono stato affidato a David De Gea, Ashley Young e Chris Smalling. In realtà ho pensato a Paul la scorsa stagione perché un giocatore di una generazione diversa, un giocatore più giovane e un futuro capitano perché Valencia, Young hanno più o meno la stessa età della stessa generazione.

READ  Ho combattuto con lei fino alla fine

“Paul non era il vice capitano. Non abbiamo il vice capitano. Dipende dalla partita, dipende se il Valencia sta giocando. Se il Valencia gioca è lui il capitano. Se il Valencia non gioca, cercherò di andare in un’altra direzione”.

L’opinione di Mourinho di ascoltare i consigli del suo agente e rappresentanti non è poi così diversa da quella dell’ex allenatore del Manchester United Sir Alex Ferguson.

Nel 2015, dopo il ritiro dalla dirigenza, Ferguson ha attaccato Raiola per il modo in cui aveva incoraggiato Pogba a lasciare l’Old Trafford nel 2012 per unirsi alla Juventus.

Scrivendo nel suo libro – Comando – Ferguson, che ha usato un’imprecazione per descrivere Raiola, ha detto: “Ci sono uno o due agenti di calcio che non mi piacciono, e Mino Raiola, l’agente di Paul Pogba, è uno di loro.

in ogni calcio. Londra La newsletter del Tottenham, ti portiamo le ultime notizie, i trasferimenti di funzionalità e i commenti, oltre a punti di discussione chiave per i fan.

Non perdere mai nulla: tutte le notizie sul Tottenham di cui hai bisogno arriveranno direttamente nella tua casella di posta. Invieremo anche newsletter private quando escono notizie importanti o quando si verifica un evento speciale.

Come puoi iscriverti?

È facile e richiede solo pochi secondi. Digita semplicemente il tuo indirizzo e-mail nella casella sopra questo articolo – o in effetti qualsiasi articolo nella sezione Tottenham del sito web football.london – intitolato “Ricevi le più grandi storie quotidiane tramite e-mail” e fai clic su “Iscriviti”.

E questo è tutto, sei pronto. Se in seguito decidi di non voler più ricevere le e-mail, fai clic sul collegamento per annullare l’iscrizione alle nostre newsletter, ma non pensiamo che lo farai. Per maggiori dettagli clicca qui.

READ  Top 30 migliori Porta Bottiglie In Legno del 2021: recensione e funzionalità intelligenti

“Non mi ero fidato di lui dal momento in cui l’ho incontrato. È diventato l’agente di Zlatan Ibrahimovic mentre giocava per l’Ajax, e alla fine avrebbe rappresentato Pogba, che all’epoca aveva solo 18 anni.

“Abbiamo ottenuto Paul con un contratto di tre anni e aveva un’opzione di rinnovo di un anno che eravamo ansiosi di firmare. Ma Raiola è apparso all’improvviso sulla scena e il nostro primo incontro è stato un completo fallimento.

“Io e lui siamo come l’olio e l’acqua. Da allora la nostra oca è stata cotta perché Raiola ha potuto dialogare con Paolo e la sua famiglia e il giocatore ha firmato con la Juventus”.

More from Celestina Locatello

In che modo i mercati sfideranno di nuovo la legge di attrazione nel 2021 a 10 …

Scritto da Mark Gilbert e Marcus Ashworth Mentre la pandemia minaccia di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *