Italia: Vaccinazione obbligatoria per operatori sanitari – sanzioni per chi rifiuta – cronaca – cronaca

La riunione di gabinetto del governo di Mario Draghi si è conclusa mercoledì sera, poiché il governo italiano ha deciso che era obbligatoria la vaccinazione di medici, infermieri, personale ospedaliero e farmacisti.

Questa procedura si applica ai dipendenti del Sistema Sanitario Nazionale italiano, ma anche ai lavoratori di cliniche private, cliniche e centri diagnostici.

Rivelazione – Acqua dolce: al microscopio – Cattura di un ladro georgiano a Evros – 5 nuove domande sulla rapina fatale

Medici, infermieri o farmacisti che rifiutano la vaccinazione o saranno trasferiti in aree che non consentono il contatto con gruppi malati e vulnerabili, o il cui stipendio potrà essere sospeso, se necessario, fino alla fine di dicembre 2021.

Allo stesso tempo, il Consiglio dei Ministri italiano ha approvato un provvedimento in cui si afferma che quando i medici seguono le regole stabilite nella somministrazione del vaccino, non saranno responsabili degli effetti collaterali che possono verificarsi.

Estensione delle restrizioni

Il divieto e le restrizioni imposte alla circolazione dei cittadini in tutta Italia si applicheranno fino alla fine di aprile (in vigore in rosso e arancione) a meno che i dati epidemiologici, nel frattempo, non consentano un allentamento di queste misure.

Infine, i bambini che frequentano la Scuola dell’Infanzia, a livello elementare e nella prima palestra, subito dopo la Pasqua cattolica (cioè dal 6 aprile), potranno rientrare nelle aule scolastiche.

Medio Oriente: una conferenza straordinaria dei ministri degli esteri dell’Unione Europea convocata da Borrell
Seguire Nel Google News E sii il primo a conoscere tutte le novità
Vedi le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, da

More from Celestina Locatello

I mercati cadono durante i colloqui per riaprire il Canal Crossing – DailyBusiness

I camion sono accatastati a Dover Ai viaggiatori britannici è stato vietato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *