Il governo indiano sta offrendo più concessioni mentre gli agricoltori intensificano le proteste

Gli agricoltori arrivano per una protesta contro le fatture agricole appena approvate al confine di Singo vicino a Nuova Delhi, India, 9 dicembre 2021. – Reuters / File

  • Enormi folle sono scese nelle strade dell’India per chiedere al governo di abrogare le nuove leggi sull’agricoltura
  • Un funzionario del governo indiano si è detto pronto a prendere in considerazione modifiche alle nuove leggi agricole
  • I manifestanti hanno minacciato di intensificare le manifestazioni da sabato

Il ministro dell’agricoltura indiano ha dichiarato giovedì che il governo è pronto a considerare ulteriori cambiamenti nelle riforme controverse che hanno scatenato le più grandi proteste da parte degli agricoltori da anni.

Narendra Singh Tomar ha esortato i leader degli agricoltori a partecipare a un altro round di colloqui per porre fine all’impasse sulla nuova legislazione agricola che, secondo il governo, mira a riformare le vecchie procedure di appalto e ad aprire il mercato.

Spiegazione: perché i contadini protestano in India?

Enormi folle sono scese nelle strade intorno a Delhi da novembre, chiedendo al governo di abrogare le leggi che, a loro avviso, finiranno per smantellare i mercati regolamentati in India e lasciarli alla mercé degli acquirenti privati.

I leader della protesta hanno minacciato di intensificare le loro manifestazioni a partire da sabato, chiudendo le autostrade nazionali e boicottando gli eventi pubblici tenuti dai leader del partito al governo del primo ministro Narendra Modi.

“Il governo è pronto a considerare eventuali obiezioni aggiuntive degli agricoltori, se ne hanno”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro.

Gli agricoltori si siedono su un trattore mentre ascoltano un portavoce durante una protesta contro le fatture agricole appena approvate al confine di Singo vicino a Nuova Delhi, India, 9 dicembre 2021. – Reuters / File

Ha detto che l’obiettivo finale della legislazione è aumentare il reddito degli agricoltori. “Attraverso queste leggi, il governo ha allentato le restrizioni sugli investimenti privati ​​nel settore agricolo”, ha detto Tomar.

Ha aggiunto che l’attuale sistema di approvvigionamento in cui lo Stato fissa i prezzi continuerà.

Leggi di più: Gli agricoltori rifiutano l’offerta del governo indiano di modificare le leggi, protestando contro l’escalation

READ  L'inaspettata verità dietro la ragazza in mutande bussò alla porta all'alba

Mercoledì, gli agricoltori hanno respinto le precedenti concessioni del governo, inclusa la promessa che i mercati privati ​​potrebbero essere tassati dai governi statali alla stessa aliquota dei mercati statali.

Le riforme di Modi, che sono state votate in Parlamento a settembre senza poco dibattito, hanno fatto arrabbiare i gruppi di agricoltori politicamente influenti negli stati del Punjab e dell’Haryana.

I piccoli agricoltori temono che una volta che le grandi aziende entreranno nel mercato, perderanno le garanzie statali sui prezzi.

Leggi di più: Il primo ministro britannico Boris Johnson è stato criticato per aver confuso la protesta dei contadini indiani con la disputa sul Kashmir

“Non si parla di garanzie legali di un prezzo minimo di sostegno per l’acquisto di raccolti”, ha detto giovedì a MirrorNow TV Yogendra Yadav, il leader dell’opposizione che sta prendendo parte alle proteste.

Written By
More from Albertina Rua

Top 30 migliori Piccole Donne Libro del 2021: recensione e funzionalità intelligenti

miglioramento della tecnologia deve solo aumentare il livello di concorrenza in ciascun...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *