I pianeti più strani dell’universo sono la scienza

Diamond Planet

55 Cancri E, noto anche come Jasin, dista solo 40 anni luce dal nostro sistema solare. La superficie di un pianeta in orbita attorno a Copernico è completamente inabitabile a causa della sua temperatura superficiale massima media di 4.417 gradi Fahrenheit (2.400 gradi Celsius). La stella madre contiene molto più carbonio del nostro sole, quindi si pensa che la massa del pianeta sia composta principalmente da carbonio.

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Arizona State University e dell’Università di Chicago mostra che gli esopianeti ricchi di carbonio (pianeti al di fuori del nostro sistema solare) possono essere composti da diamanti. A causa dell’alto contenuto di carbonio e della pressione corrispondente, si ritiene che la superficie di 55 Cancri E sia ricoperta da questa gemma molto preziosa sulla Terra.

Agence France-Presse / “SCANPEX” nuotr./ Jassen Planet

Il pianeta viola

Scienziati di nome Gliese 504 b possono essere trovati nella costellazione della Vergine. Il pianeta gassoso scoperto nel 2013 ruota attorno alla sua stella circa nove volte la distanza di Giove intorno al sole.

Il segreto della superficie viola è molto semplice: il pianeta brilla ancora per il calore della formazione e quindi irradia una tonalità rosa chiaro.

123RF.com nuotr./pink Planet

123RF.com nuotr./pink Planet

Pianeta dell’acqua

Gj 1214b, scoperto nel 2009, ha trovato il titolo di una grande piscina all’aperto. Il pianeta appartiene alla classe della super-Terra: è più grande della Terra, ma molto più piccolo (in termini di massa e raggio) dei giganti gassosi del Sistema Solare. Nuvole simili alla Terra si formano anche su un pianeta senza terra.

READ  Gli scienziati hanno scoperto un gigantesco coccodrillo preistorico

Scanpix / AP nuotr./Glisie 1214b

Il pianeta nero

TrES-2b è stato scoperto in uno studio su un esopianeta attraverso l’Oceano Atlantico, uno dei pianeti più oscuri mai visti. Simile per dimensioni a Giove, questo pianeta nero carbone riflette meno luce della vernice acrilica nera.

TrEs-2b brucia anche mentre orbita attorno alla sua stella a soli tre milioni di miglia di distanza. Non è chiaro cosa determini esattamente l’oscurità del pianeta. Il pianeta eclittico è a 750 anni luce da noi, nella costellazione del Draco.

Un pianeta dove piove dal vetro

A 62 anni luce di distanza, HD 189773b è leggermente più avanti della Terra. È vero, in termini di condizioni di vita, questo pianeta è lontano dal nostro.

Il bel colore blu scuro del pianeta è dato al pianeta da un’atmosfera inquietante composta da atomi e molecole di silicato. La velocità del vento sul pianeta può raggiungere 5.400 miglia all’ora – circa 2 chilometri al secondo.

Questo pianeta è orribile e spaventoso perché, insieme ai venti veloci e insopportabili, il vetro sta letteralmente piovendo su di esso. La pioggia di vetro estremamente calda è solo una delle conseguenze del gigante gassoso e della sua vicinanza al sole.

ESO / M.  Kornmesser / HD 189733b

ESO / M. Kornmesser / HD 189733b

More from Anatolio Ossani

Inter, Lukaku come Vieri. Hakimi ha segnato due volte nella porta di destra

L’attaccante belga ha segnato 19 gol nelle ultime 19 partite. L’esterno marocchino...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *