Giro d’Italia – Tappa 8: Vittoria di Victor Lavaye su Covidis

L’ottava giornata del Giro d’Italia è iniziata con un ritmo Peloton molto forte. I primi tentativi furono fatti per creare una “secessione” ma senza successo. Ad uno di loro ha partecipato anche Egan Bernal, mentre Attila Walther in maglia rosa è apparso avventuroso nella partita successiva. Questi tentativi non hanno avuto successo, che sono avvenuti a circa 50 chilometri dalla strada. Un gruppo di 8 atleti ha fatto la differenza e la velocità del gruppo è rallentata. Questo gruppo era composto da Nelson Oliveira (Movistar), Kobe Goossens (Lotto Sudal), Alexis Jogird (AG2R Citroen), Nikias Arndt (DSM), Victor Lavaye (Covidis), Giovanni Carboni (Pardiani-CSF-Vizani) -Comita) e Fernando Gaviria (Team Emirates) Emirates).

Ai distaccamenti si è invece aggiunto Caleb Ewan, vincitore della quinta e settima tappa, per un fastidio al ginocchio, secondo la sua squadra e Victor Kampanaerts (Qhubeka Assos) dopo uno sforzo di 10 chilometri. Arrivato all’inizio della grande salita di giornata, il gruppo era diverso dal gruppo che è durato più di 7 minuti. Il gruppo saliva lentamente mentre quelli che si separavano avevano un ritmo migliore. Fernando Gaviria ha attaccato la prima pista per cadere poco dopo. Riuscì a entrare nel gruppo e fare l’ultima salita della gara, ed era quasi chiaro che la vittoria sarebbe andata a uno degli atleti del distacco.

Gli attacchi tra di loro erano continui e negli ultimi 3 chilometri Victor Lafaye ha lanciato il proprio attacco. Ha scelto questo posto perché era vicino a casa sua e voleva provarlo. Aveva un buon passo e ha raggiunto la vittoria, lasciando dietro di sé 36 secondi Francesco Javazzi (Eolo-Kometa Cycling Team) che si è aggiudicato il secondo posto da Nikias Arendt (Team DSM). È stata la prima vittoria di Lavaye nella categoria pro da quando aveva già gareggiato con successo sotto i 23. È stata la prima vittoria di Covedes al Giro dal 2010 e Damien Monier.

READ  Giro d'Italia: Dombrovsky nella quarta tappa, di Marchi in Maglia Rosa

In classifica generale nulla è cambiato in quanto Attila Walther primo rimane lo stesso di Remco Evenpoel II ed Egan Bernal III. Abbiamo cambiato la maglia da corsa viola a causa dell’abbandono di Caleb Ewan. Quindi, la maglia viola è passata di nuovo a Tim Merler. La maglia blu montagna resta con Gino Mader e la maglia bianca giovanile, appartiene ad Attila Walther ma sarà indossata da Remco Evinpool II. Il nono giorno di gara con una lunghezza di 158 km e un dislivello di 3400 a 6 quote! Finitura alta, con tunnel e punti luminosi con un’inclinazione del 14%.

Le prime 20 squadre dopo l’ottava tappa

1 Attila Walther (giugno) Groupama-FDG 31:10:53
2 Remco Evenepoel (Bel) Deceuninck-QuickStep 0: 0:11
3 Egan Bernal Gómez (colonnello) Ineos Grenadiers 0: 0: 16
4 Alexander Vlasov (Russia) Astana Premier Tech 0: 0: 24
5 Hugh Karthy (Regno Unito) EF Education-Nippo 0: 0: 38
6 Damiano Caruso (ETA) Il Bahrain è vittorioso 0: 0: 39
7 Julio Ciccone (ETA) Trek Segafredo 0: 0: 41
8 Daniel Martin (Earl) il nascente stato di Israele 0: 0: 47
9 Simon Yates (GBr) Team BikeExchange 0: 0: 49
10 Louis Vervaeck (Campanello) Albicin-Phoenix 0: 0: 50
11 David Formulam (ETA) Team Emirati Arabi Uniti 0: 0: 55
12 Daniel Martinez Poveda (colonnello) Ineos Grenadiers 0:01:06
13 Mark Soler (Spa) Il team Movistar 0:01:14
14 Roman Bardet (da) il team DSM
15 ° Emmanuel Buchmann (Germania) Bora Hansgrohe 0:01:40
16 Vincenzo Nepalese (ETA) Trek Segafredo 0:01:43
17 Rein Taaramäe (est) Intermarché-Wanty 0:01:50
18 Tobias Voss (Nour) Jumbo Visma 0:01:53
19 Nicholas Schultz (Australia) Collegiate Bike Exchange 0:02:01
20 Gianni Moscone (ETA) Ineos Grenadiers 0:02:03

Written By
More from Elpidio Greco

Collaborazione tra MV Agusta e Alpine

MV Agusta si unisce ad Alpine, il famoso produttore francese di auto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *