Eugenio Gaudio ha rassegnato le dimissioni da commissario calabrese Corriere.it

Sempre più caos in Calabria quando il nuovo commissario per la salute selezionato dal governo è intervenuto. È il terzo dopo dieci giorni Coachelli e Zuccateli, È il ruolo di Eugenio Gaudio..

Una volta nominato dal gabinetto, Gaudio ha rassegnato le dimissioni. Sulla base delle dimissioni dell’ex presidente dell’università Sapienza roma ci saranno “motivi personali”.

“Hai fatto tre errori su tre. Adesso probabilmente ci ascolterai. #Fateglistrada” GinoStrada », quello che abbiamo letto Profilo Twitter delle sarde. Lo stesso Gino Strada ha confermato, nelle ultime ore, la sua disponibilità: “Ripeto di aver espresso al Presidente del Consiglio la mia volontà di aiutare in Calabria, ma dobbiamo ancora specificare cosa ea quali condizioni. Ho l’abitudine di comunicare quando faccio le cose – a volte anche dopo averle fatte – quindi mi trovo a disagio in una situazione in cui si parla di qualcosa che deve ancora essere determinato. Ringrazio il governo per la fiducia e rinnovo il desiderio di discutere la mia potenziale partecipazione e partecipazione delle emergenze a progetti concreti di emergenza sanitaria che aiutano la popolazione della Calabria ”.

Le critiche arrivano invece dai partiti di opposizione. “Via Coachelli, via Zuccatelli, ora via Gaudio. Aspettiamo che se ne vada”, commenta la segretaria universitaria. Matteo Salvini. E in una nota il presidente del Senato aumenta la dose Andiamo, Italia Anna Maria Bernini: “Dopo le dimissioni del professor Gaudio, mi chiedo cosa debba accadere a qualcuno per trarre le conseguenze politiche del caos che si sta verificando sulla salute della pelle di Calabria. Se la situazione non fosse seria e pericolosa, saremmo nei comici. Tre commissari vengono bruciati in una settimana che è un misto di improvvisazione e incompetenza, tra opzioni orribili e soluzioni miracolose inaspettate come Gino Strada ”.

READ  Nate, il secondo uomo di Al Qaeda è stato ucciso - nell'ultima ora

17 novembre 2020 (modifica il 17 novembre 2020 | 15:11)

© Riproduzione riservata

More from Anatolio Ossani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *