Ecco il cambiamento di Google Chrome di cui si preoccupano i creatori di blocco degli annunci

Manifest v3 arriverà con Chrome 88 a metà gennaio.

Stephen Shankland / CNET

Con la prossima versione di Chrome, Google sta procedendo con un piano per migliorare la privacy e la sicurezza limitando alcune delle funzionalità delle estensioni utilizzate per personalizzare il browser. La mossa ha fatto arrabbiare alcuni sviluppatori, che in precedenza si aspettavano che accadesse Blocca pubblicità.

Manifest v3, programmazione interfaccia utente Dietro i piani di sicurezza di Google, Chrome 88 arriverà a metà gennaio, ha detto Google mercoledì Chrome Dev Summit. I plugin che utilizzano la versione precedente 2 di Manifest saranno ancora in esecuzione per almeno un anno.

Le estensioni possono modificare il comportamento di Chrome tramite le funzionalità offerte da Manifest v3. Tra le altre cose, Manifest v3 limita il numero di “regole” che i componenti aggiuntivi possono applicare a una pagina web durante il caricamento. Le regole vengono utilizzate, ad esempio, per verificare se un elemento del sito Web proviene dal server di un inserzionista e quindi deve essere bloccato. Google ha annunciato i cambiamenti due anni fa.

Ridurre il numero di regole consentite I creatori hanno indignato le estensioni Come il L’origine di uBlock Ad blocker e spettrale Trace blocker. Hanno affermato che le restrizioni delle regole avrebbero impedito alle loro estensioni di eseguire i loro elenchi completi di azioni per controllare gli annunci o bloccare il monitoraggio. Ciò potrebbe consentire ai siti Web di ignorare le estensioni e le preferenze delle persone che le hanno installate.

Google ha difeso la sua tecnologia e la contesta La concessione di estensioni troppo libere invita all’offesa. Il gigante della ricerca dice di sì Ascolta gli sviluppatori E Manifest v3 è stato modificato in risposta. Ad esempio, ha allentato i confini della regola originariamente proposta e ha aggiunto un nuovo meccanismo per implementare alcune delle regole. Eyeo, sviluppatore di L’estensione Adblock Plus è ampiamente utilizzataMartedì si è detto soddisfatto dell’approccio di Google Manifest V3.

Le modifiche sottolineano quanto sia difficile per Google trovare un equilibrio tra fornire agli sviluppatori strumenti potenti e la necessità di contrastare gli abusi. L’equilibrio è particolarmente difficile da trovare dato che Chrome è una delle più grandi piattaforme nel settore tecnologico. Google ha affermato che oltre un miliardo di persone utilizza il browser, che rappresenta circa il 64% dell’utilizzo del web. Secondo la società di analisi StatCounter.

Google ha detto in un blog: “Riteniamo che i plugin debbano essere affidabili per impostazione predefinita, motivo per cui quest’anno abbiamo dedicato a rendere le estensioni più sicure per tutti”.

AdGuard, Ghostery Non soddisfatto di Manifest V3

La trasformazione portata da Manifest V3 si estenderà a tutti i browser a scapito del software di blocco degli annunci. Andrey Mishkov, co-fondatore e chief technology officer di AdGuard, ha previsto un’estensione del blocco degli annunci.

“La principale vittima di Manifest V3 è l’innovazione”, ha detto Mishkov in una dichiarazione mercoledì. In precedenza, gli sviluppatori di ad blocker stavano esplorando idee come l’utilizzo della tecnologia di intelligenza artificiale (AI) per migliorare i loro prodotti. “Questo non è più rilevante. Ora Chrome, Safari ed Edge stanno imponendo cosa può o non può essere bloccato e come dovrebbe essere fatto.”

Il presidente Jeremy Tillman ha dichiarato mercoledì in una dichiarazione che Ghostery sta lavorando per aggiornare la sua estensione a Manifest V3, ma preferisce dedicare il suo tempo a “vere innovazioni sulla privacy”. “Abbiamo ancora reali preoccupazioni sul fatto che questi cambiamenti abbiano più a che fare con la protezione dei suoi profitti da parte di Google che con il miglioramento della sicurezza per gli utenti di Chrome”.

La società ha affermato che Google ha incorporato i commenti degli sviluppatori di AdGuard ed EasyList ad blocker, e Mishkov ha accreditato il team delle estensioni di Chrome per essere “desideroso di migliorarlo”.

“Uno dei nostri obiettivi è rendere il più semplice possibile per gli sviluppatori realizzare i loro casi d’uso di base con un accesso minore ai dati degli utenti”, ha affermato Google in una nota.

I rischi per la sicurezza delle estensioni sono reali. Google blocca oltre 1.800 download di estensioni dannose ogni mese2019, ha detto.

Gli sviluppatori di UBlock Origin non hanno risposto a una richiesta di commento.

Microsoft Edge ottiene Manifest v3

L’importanza di Chrome Team Options è amplificata dal fatto che altri browser, incluso Microsoft Edge, Vivaldi, Opera e Brave, sono costruiti sulla base dell’open source Chromium. Microsoft ha detto che adotterà Manifest v3, molto.

Microsoft ha dichiarato in un post sul blog di ottobre: ​​”Dopo un’analisi completa delle preoccupazioni sollevate dagli strumenti di blocco dei contenuti e della comunità, riteniamo che la maggior parte di queste preoccupazioni sia stata o sarà risolta”. “Comprendiamo il valore delle estensioni per il blocco dei contenuti e apprezziamo il ruolo che svolgono nell’onorare la scelta dell’utente”.

Un’altra modifica a Manifest v3 è che le estensioni non possono più aggiornare le loro capacità scaricando codice da siti di terze parti. L’intera estensione dovrebbe ora essere distribuita tramite un file Il negozio online di Chrome, Una procedura che Google afferma migliora gli schermi di sicurezza e velocizza le revisioni.

Google ha affermato che Manifest v3 dovrebbe in definitiva fornire agli utenti di Chrome un’idea migliore di come le estensioni utilizzano i loro dati e fornire un maggiore controllo su come ciò accade.

READ  Acquistare azioni per Natale? Metti queste scorte tecniche sotto l'albero
More from Alfonsina Verratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *