È una benedizione o una maledizione essere il figlio di un grande calciatore? – Notizie – Notizie

Essere figlio di un grande calciatore non è così facile.

Soprattutto quando vuoi seguire gli stessi percorsi e tentare la fortuna sul campo.

Attica in “rosso”, meno di 200 casi a Salonicco – vedi in dettaglio

A volte esce e altre volte no.

Alcune mele cadono sotto la mela, altre … non escono affatto.

Quali sono dunque i casi in cui è stato provato il noto detto e quali sono i casi in cui è stato smentito?

Justin Clayvert

Figlio della leggenda olandese Patrick Klevert. Justin potrebbe non essere bravo come suo padre al momento, ma è comunque un bravo calciatore. Ha iniziato nei dipartimenti infrastrutturali dell’Ajax, fino a quando non è stato in grado di salire in prima squadra. Ha esordito con la squadra maschile “Aida” all’età di 17 anni. Dal 2016 al 2018, quando ha indossato i colori della sua squadra del cuore, Clayvert ha giocato 44 partite in tutte le competizioni, segnando 12 gol.

La sua prestazione impressionante lo ha portato al trasferimento alla Roma, dove ha giocato 53 partite fino a quando è stato ceduto in prestito al Lipsia la scorsa estate. Con “tori”, conta cinque pali e un gol.

Daniel Maldini

Un’altra generazione di Maldini a Milano. La famosa famiglia continua ad aiutare i “rossoneri”, mentre il ruolo di Daniel segue Cesar e Paulo. Il 19enne fa parte della prima squadra degli italiani da un anno e dimostra di meritarsi un posto in lista al 100%.

A differenza delle “due leggende”, Daniel gioca nell’altra metà del campo principalmente come “10ari”. Ha giocato la sua prima partita ufficiale contro il Verona e “timbrato” la terza generazione di Maldini a Milano. Sicuramente il caso più speciale della lista, visto che Daniel, oltre a suo padre, aveva anche suo nonno.

READ  Top 30 migliori Portamatite Da Scrivania del 2021: recensione e funzionalità intelligenti

Giovanni Simeone

Forse non ha il “tè” di suo padre, ma sa come trovare le zanzariere. Giovanni Simeone, figlio di Diego, è da tempo nell’elite, avendo militato nel campionato italiano per diversi anni, segnando tantissimo. Con il Genoa ha mosso i primi passi in Europa, avendo segnato 12 volte in 35 partite, prima di passare alla Fiorentina, dove ha segnato 20 volte in 74 partite.

Il 25enne è stato ceduto in prestito al Cagliari, che si è accontentato e ha proceduto all’acquisizione. Ha segnato 17 gol in 43 partite. Infatti, è riuscito a essere convocato cinque volte per la nazionale argentina, che ha segnato una volta.

Luca, Enzo e Theo Zidane

Tre calciatori con un nome molto grande. Tre bambini sono stati chiamati a succedere al loro “grande” padre. I tre figli di Zinedine Zidane non sono mai stati in grado di farcela, dato che sono partiti tutti dai dipartimenti infrastrutturali del Real Madrid.

Luka ha giocato 49 partite per la seconda squadra del Real sotto il sole. Nel 2018, infatti, ha saputo fare un ‘regalo’ in entrambe le partite a squadre maschili. Ma il futuro non era “roseo”, dato che è stato ceduto in prestito al Racing, con il quale ha giocato 33 volte.

Attualmente interpreta il Rayo Vallecano, a cui non ha ancora partecipato.

Enzo è il primogenito. A 25 anni ha giocato contro l’Almeria, con la quale ha giocato tre volte quest’anno. Anche se gioca nella stessa posizione di suo padre, non è riuscito a ottenere il suo talento. Ha iniziato nel Real, e ha approfittato del padre, ma non è mai riuscito a imporsi in “The Queen”.

READ  Gran Premio di Abu Dhabi ERT - Campionato F1 Curtain 2021

Theo Zidane è l’ultima speranza di Zizou. Nato il 18 maggio 2002, il 18enne gioca anche come centrocampista in quanto i media spagnoli credono fermamente che sarà in grado di svilupparsi ad alto livello. E recentemente ha presentato “Al-Hadeed” in alcune sessioni di allenamento per la prima squadra di “Merenges” con le istruzioni del padre.

Erling Haaland

Erling Haland è l’esatto opposto di questa lista. Figlio di Alf Inge Haaland, che ha indossato la maglia del Manchester City nella “pietra” degli anni “Citizens”. La carriera di Alf Inge si è conclusa prematuramente quando ha subito un grave infortunio al ginocchio da Roy Kane. Potrebbe non aver eccelso in se stesso, ma suo figlio è uno dei più grandi, se non il più grande, talento del pianeta.

Il 20enne attaccante del Dortmund ha segnato gol sporadici, segnando 44 gol la scorsa stagione con Salisburgo e Borussia. L’attaccante della Westfalia ha meritatamente vinto il titolo Golden Boy la scorsa stagione e dimostra che sta facendo grandi cose. Resta da vedere come sarà all’altezza delle aspettative, anche se al momento sembra non avere problemi.

Un deposito rimborsabile: quando pagarlo – chi sono i “fortunati”
Seguire Nel Google News E sii il primo a conoscere tutte le novità
Vedi le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, da

Written By
More from Elpidio Greco

Altri 683 decessi per Covid-19 nelle ultime 24 ore

Primo ingresso: giovedì 17 dicembre 2021, 21:50 Nelle ultime 24 ore in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *