Dual di Immobile e Parolo. Gli ottavi di finale sono a un passo

Una serata magica. Per una vittoria meritata, senza dubbio. E questo porta il turno di 16 molto vicino. laggiù Lazio Supera Zenith grazie a un sostegno di Fisso E rete io parlo. E la prossima settimana in Germania può già arrostire il prossimo round. Nella peggiore delle ipotesi, basterebbe non perdere in casa, l’8 dicembre contro il Brugge, per andare a giocare un testa a testa. Champions League Jamal vent’anni dopo.

La partita di stasera è stata subito interrotta dal capolavoro di Immobile che al 3 ‘ha sfondato la porta con la conclusione dal limite dell’area che Kerzhakov non ha nemmeno provato ad intercettarla. Doppio io parlo Tuttavia, sembra che stia ponendo fine a tutto ciò Dziuba Ha riportato tutti sulla Terra. La Biancoseleste n ° 17 ci ha sempre pensato nella ripresa per vincere e convertire in sicurezza: sono 3 i gol in due partite per Immobile. Chi mantiene una media incredibile. Vai ora all’Udinese, che domenica a pranzo si presenterà all’Olympico. Poi penseremo al resto. Ma ora sta per scadere.

Il Krone

Non c’è niente da fare durante il recupero. La Lazio ha battuto lo Zenit 3-1 e ha visto qualificarsi.

45 ‘ci saranno 3 minuti di recupero in questo secondo tempo.

Avvertimento n ° 43 per Acerbi che ha attraversato Malcom. Giallo severo del dominio inglese.

40 ‘chance Muriqi, Che prima ha recuperato palla, poi ha mandato nelle retrovie Luis Alberto, che lo mette davanti a Kerjakov: prima intenzione kosovara con il piede sinistro e che va a sbattere contro il portiere russo.

Sfera sterile tonda 39’st Zenit. La Lazio ha messo bene in campo e non dà la minima occasione alla squadra di Simac di avvicinarsi alle parti di Reina.

36’st Immobile arroccato, Vesper. Muriqi In campo durante i minuti finali della partita.

Il 34esimo russo sembra non pensarlo più. Il team CEMAC cerca pressione ma non è collegato tra i reparti. La Lazio non lotta per muovere la palla.

31’st Sguscia Primo AkproIl che costringe Rakitsky a commettere fallo da cartellino giallo.

28’st mentre lo Zenit fa altri due cambi. Il tempo vola all’Olympico, con la Lazio ancora concentrata e che non si espone a pericoli inutili.

25 ‘lì Akerbe sulla terra. L’arbitro inglese ha fermato la partita. Problemi alla spalla per un difensore che sembra ancora in grado di restare in campo.

READ  Top 30 migliori Tegole In Plastica del 2021: recensione e funzionalità intelligenti

23 ‘ Cataldi e Affitto dentro. Ricorda Inzaghi Lazari e Leva.

21’st Malcom è bravo a controllare con la mano sinistra ea creare spazio per la deduzione. Ma questo è centrale e Rina blocca senza problemi.

19 bene lì Lazio fino ad ora. Chi corre, non corre rischi, si incontra e ricomincia alla velocità della luce. Il gioco è ancora aperto. Ma il team di Inzage può spegnerlo in qualsiasi momento.

Anche il 14 ° doppio cambio Irreversibile: Primo Akpro e Louis Felipe Sostituisce Parolo e Patric.

Il 13 ° prova a riportare lo Zenit in partita. Simak ordina subito due sostituzioni: fuori Barrios che aveva rischiato due rigori gialli, e dentro Dreusi. Anche Mostovoy è fuori Musaev.

9’st L’obiettivo è la Lazio: Fisso Fa fresco a 11 metri di distanza. Il diritto di passaggio non lascia scampo a Kerzakov. Doppio Il terzo gol in due partite da Campioni.

8’st Calcio di rigore Lazio. Lazari Il diritto di alzare la testa e cercare Fisso Chi stava seguendo la procedura. L’attaccante di Inzaghi aspetta il suo diretto avversario, poi Barrios lo lascia cadere.

7’st Lovren che ci prova. Ma la sua conclusione è arrivata ampiamente al di sopra della barra.

Al 6 ‘la Lazio è chiusa nella sua metà campo per il momento. Punizione per lo Zenit dal limite dell’area.

Il 4 ° quando si sviluppa un calcio di punizione ha buone possibilità FissoChi controlla il dominio ma non riesce a influenzarlo.

3’st Lovren Interviene decisamente sulla Corea: errore e ammonimento difensore Zenit.

2’st Zenit sul posto con Erokhin che cerca di assillare Reina con la testa. La palla è fuori e non poco.

1’st start di recupero all’Olympico. Nessuno scambio.

Fisso subito. Poi io parlo. Ma ha riaperto Dziuba. La Lazio è in testa alla fine del primo tempo dopo l’inizio di una missione che perde la bussola per pochi minuti e che i russi tornano in partita. Tuttavia, la squadra non rischia nulla Irreversibile Chi ha due possibilità di espansione: la prima con io parlo Questo ti mette in regola; Poi con Lazari È impreciso e dà a Kirgakov la parata serale. La seconda metà sarà divertente.

46’pt chiude il primo tempo.

46 ‘colta un’opportunità entusiasmante per Lazari, Che era solo davanti a Kirgakov sui calci alti, che hanno facilitato l’intervento del portiere russo.

READ  Coronavirus in Francia: oltre 33.000 contagi e 425 morti: il blocco esteso per due settimane. Registrato nel Regno Unito: oltre 33mila feriti

Al 45 ‘ci sarà 1’ di recupero.

44 ‘alto in piedi accanto a Luis Alberto per la Corea.

C’è una grande possibilità Lazio, Che succede ancora a piedi io parlo. Ha penetrato Correa dalla fascia sinistra e l’ha piazzato al centro, il centrocampista che calcia con la sinistra arriva a colpo sicuro ma non trova lo specchio della porta da buona posizione.

38’pt Inzaghi può diventare molto pericoloso con il riavvio. Soprattutto perché Zenith non deve in alcun modo rivelarsi. E in uno di questi Barrios Corre immobile e riceve il suo primo cartellino giallo della partita.

37 ‘pt Douglas Santos non ce la fa. Entra SETURMIN. La prima modifica al gioco.

Il 35’pt è stato interrotto da diversi minuti per problemi con Douglas Santos. Il gioco è ora ripreso.

Al 31 ‘la Lazio tira leggermente per il gol della Russia. Che ora sembra molto meno silenzioso dei primi 25 minuti.

Ripartenza al 28 ‘della Lazio Corea Chi serve in tempo Luis Alberto che arriva davanti a Kerjakov: bravissimo il portiere dello Zenit ad uscire e chiudere lo specchio.

Team 27’pt Semak è alla pari, questa volta con Erokhin che però da buona posizione parte da una buona posizione mandando verso le stelle.

25 ‘punti Ero un bersaglio: Il doppio vantaggio biancoceleste dura poco. Dziuba riapre con un bel tiro mancino da dentro l’area di rigore. Ed è così che i russi rimangono in gioco.

22’pt Obiettivo Lazio: Double viene fornito con io parlo. Lazio nella piena gestione della partita. Il lavoro che inizia con Luis Alberto, prosegue con Correa a supporto del leader della serata che, senza pensarci, conclude la prima intenzione con l’aiuto del compagno.

Al 20 ‘il movimento della Lazio si sviluppa fino ad ora prevalentemente sulla sinistra, con Akerbe e Marocic che stringono forte. Non è ancora entrato in gioco Lazari.

19 ‘pt stiamo provando Luis Alberto lontano. Il punteggio forte del centrocampista di Inzaghi che però non preoccupa molto Kirjakov.

16’pt Inzaghi corre il pallone e cerca spazi per raggiungere l’area di rigore. Dopo diversi triangoli Luis Alberto Servendo Corea Questo va uno contro uno, ma non riesce a concludere. Zenith è stato salvato.

13 ‘punti Lazio Nel continuo calo d’attacco che trova due calci consecutivi da corner. Poi Patrick fa un fallo offensivo.

READ  Diane Melo è arrabbiata con gli autori

10’pt non ha messo la palla in mezzo Lazio Ma prova a muovere la palla. Sono anche riuscito a trovare una buona opportunità. Ma la difesa senza fronzoli di Zenith tiene a bada la minaccia.

Iniziativa 9’pt a sinistra con Akerbe Quello raggiunge il fondo e incrocia. Introducendo Barolo vince un calcio d’angolo.

6’pt La prima conclusione nello specchio del gol dello Zenit è di Malcom: il centrale nemico e il sinistro che non mette in difficoltà. Rina.

5’pt è stato un ottimo inizio per la Lazio. Non solo per obiettivo. Ma anche per la posizione nella squadra di Inzage. La squadra biancoceleste ha subito messo le cose in chiaro.

3’pt L’obiettivo è la Lazio: Subito Fisso. Riceve palla al limite dell’area, si gira e colpisce dietro Kirgakov. Bel gol di Siro al secondo posto Campioni. Partita in discesa.

Feste 1’pt. Il primo pallone del match dello Zenit.

Differenza all’interno del rettangolo verde. Suona un inno Campioni.

Tutto pronto all’Olympico presto in campo Lazio Zenit per il quarto turno di Champions League.

Il Ottavi Ci sono. Pochi passaggi. La vittoria di stasera li avvicinerà. laggiù Lazio Torna all’Olympico dopo la doppia tournée oltreoceano e ospita lo Zenit Campioni. In Russia, CaicedoIn caso di emergenza è stato decisivo con un gol di 1-1. L’ecuadoriano tornerà a sedersi in panchina questa volta, pronto per la corsa in corso. In attacco, Irreversibile, I due sono organizzati molto nominalmente: Corea Ma soprattutto FissoLontano dalle note degli eroi sin dalla prima partita contro il Borussia Dortmund, quando era il migliore in campo. In casa Biancoceleste si svolge il caso Luis Alberto: Ma lo spagnolo sarà comunque in campo. Il tecnico biancoceleste non lo vuole e non può farne a meno. Il passaggio testa a testa è stato perso 20 anni fa. Eternità. Questo è il motivo della partita contro i russi Dai un’occhiata È fondamentale. Una notte può diventare storica.

Dove lo vedo: La partita sarà trasmessa da Sky Sport E chiaramente Canale 5.

Formazioni ufficiali

Lazio (3-5-2): Rina; Patrick, Hoedt, Acerbi; Lazare, Barolo, Leva, Luis Alberto, Marousic; Corea, edificio. Allenatore: Inzaghi.

Zenit (4-3-3): Kirgakov; Malcom, Lovren, Rakitsky, Douglas Santos; Barrios, Erukhin, Mostovoy; Zhirkov, Kosyev, Dzyuba. All.: Simak.

Regola: Oliver (Inghilterra).

Ultimo aggiornamento: 23:43


© Riproduzione riservata

More from Anatolio Ossani

“Faccio fatica a credere che Maradona non sia più al Real Madrid …”

Antonio Conte To Sky sulla morte di Diego Armando Maradona: “Stiamo tutti...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *