Detriti spaziali: la mappa identifica 200 “bombe a orologeria” nell’orbita terrestre

Circa 26.000 oggetti creati dall’uomo orbitano intorno alla Terra. La maggior parte di loro non lavora più, ma rappresenta un serio rischio.

I detriti spaziali possono entrare in collisione con i satelliti funzionanti, che forniscono servizi essenziali alla Terra – come il GPS e gli avvisi meteorologici – e portare alla loro interruzione.

Per osservare e prevedere il loro comportamento, il professor Moriba Jah, un ingegnere spaziale presso l’Università del Texas negli Stati Uniti, e colleghi hanno creato l’AstriaGraph, una mappa quasi in tempo reale di dove si trova ogni oggetto nello spazio.

Sulla base di questi dati, mette in guardia da quelli che chiama eventi di “super-propagazione”.

“Sono corpi di missili di grandi dimensioni che sono lì da decenni e sono praticamente bombe a orologeria”.

“Ad un certo punto, esploderanno o li colpiranno con qualcosa e si divideranno in decine di migliaia di pezzi”, dice Jah.

Secondo lui, il sistema sta attualmente monitorando circa 200 potenziali eventi di “super diffusione”.

Il rischio è che i satelliti funzionanti entrino in collisione con questi pezzi di detriti spaziali e smettano di funzionare.

Avverte che “ci sarà un enorme impatto sull’umanità”.

READ  Cos'è la malattia di Parkinson?
More from Anatolio Ossani

Quanto è pericolosa la mutazione Covid-19 rilevata?

Posto Soia 502 Lo afferma ancora Nessuna prova Questo Un nuovo tipo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *