Covid Tuscany, forte calo del rapporto mutazione positiva e test / vivo

Firenze, 18 novembre 2020 – Dispensa di oggi in Malattia di coronavirus in un Toscana Contiene dati incoraggianti: di fronte al vero aumento dei tamponi (oltre 22.000, record), ci sono 2.508 nuovi positivi con un calo del 10% nel rapporto positivo / tampone in un giorno. È vero che in valori assoluti ci sono circa 150 nuovi positivi in ​​più rispetto a ieri, ma i tamponi effettuati stanno per scadere Altri settemila.

Molti sono guariti, ma solo un leggero aumento dei ricoveri. Ecco la brochure completa Altri passi verso L’obiettivo di restituire almeno la zona arancione Al termine delle due settimane previste dal governo, un percorso ripido da seguire con senso di responsabilità e impegno comune.

In generale, finora, abbiamo visto il Prof. Ripartizione del traffico E generale Rispetta le regole Fatta eccezione per alcuni casi emersi da città e paesi con multe per violazione delle norme entrate in vigore domenica: ad esempio Fucecchio, dove sei persone sono state multate per aver organizzato una festa di compleanno in casaoa FirenzeLa polizia municipale ha sorpreso una ventina di persone, sedute a un tavolo nel cortile interno del bar. Ma in generale prevale il senso civile. Nel frattempo lo sono dati Ieri martedì 17 novembre conta 2.361 casi in più rispetto al giorno precedente (1666 sono stati identificati nel contesto del tracciamento e 695 dalle attività di screening). L’età media di 2.361 casi oggi è di circa 49 anni (il 9% ha meno di 20 anni, il 25% tra i 20 ei 39 anni, il 34% tra i 40 ei 59 anni, il 21% tra i 60 ei 79 anni, l’11% ha 80 anni o più). Leggi tutte le dichiarazioni del 17 novembre

READ  Decidono Jorginho e Berardi. Azure è a un passo dalla Final Four

Cosa si può e cosa non si può fare: guidare. Leggere

Il pronto soccorso di Meyer è doppio

Sono stati creati due grandi edifici prefabbricati per ampliare gli ambienti e creare percorsi separati per i pazienti Covid Ecco l’articolo

La relazione tra pro e contro (tabella)

Segui le nostre vite

La comunità cinese è sotto osservazione a Prato per capire il “segreto”: pochissimi i casi di COVID-19

Nella prima ondata la comunità cinese di Prato è stata quasi completamente salvata dal Covid, e in questa seconda ondata ci sono dei positivi ma – spiega ASL Toscana Centro – “Si tratta di un numero piccolissimo” mentre la città scivolava negli indicatori fino a diventare l’epicentro del terremoto nella regione del rapporto tra feriti e popolazione Residenti. Secondo l’ASL il motivo risiede nella densità di popolazione Ecco l’articolo

RSA è “immune” al contagio: il caso di Villa San Giusto

Tamponi ogni 15 giorni, stop alle visite dei parenti, igiene costante: RSA Villa San Giusto di Prato spiega come sono riuscito a stare lontano da Covid fino ad ora. Ecco l’articolo

Tracciamento delle catene di trasmissione del virus: la Toscana sceglie il modello giapponese

Il focus è sul cluster dei trasporti: raggiungere 1.000 dipendenti nei tre stabilimenti per isolare o bloccare le catene. Ecco l’articolo

“L’Ospedale della Versilia non lascerà fuori nessuno”.

Direttore medico Assicura che, in caso di necessità, i tergicristalli siano già predisposti per ulteriori letti Covid. Ecco l’articolo

Rada in Chianti (Siena), focolaio in una zona di pronto intervento

19 anziani sono risultati positivi al virus nella RSA “Pietro Fedi” Ecco l’articolo

READ  Covid, come ti tratti a casa se sei positivo? Dal cortisone al pulsossimetro: ecco il protocollo

Ecco una “stanza degli abbracci” per anziani e persone care

Struttura della comunicazione Ecco l’articolo

Lorenzo Masetti è il terzo positivo al Covid-19 di Pisa

Terza positività per il giocatore nerazzurro in Molecular Time. Per D’Angelo, già alle prese con qualche nodo da risolvere, è un’emergenza digitale in difesa. La situazione in nerazzurro. Ecco l’articolo

Gianni: “Lavorerò per tornare in rosa a metà dicembre”.

Il governatore della Toscana ha detto: “Oggi abbiamo 2.336 feriti. Al 30 ottobre erano 2.700. Quindi i dati si stanno stabilizzando”. Ecco l’articolo

Gianni: “Chiederò a Grosseto e Siena di lasciare la Zona Rossa”

Chiedo che nei prossimi giorni le province Grosseto e Siena lasciano le rosse È dall’intera domenica scorsa ToscanaE ‘quanto può fare il Presidente di Circoscrizione Eugenio Gianni dopo la disponibilità del Ministro della Salute Roberto Speranza, in linea con quanto previsto dalla normativa vigente Dpcm, Per distinguere tra restrizioni territoriali. Gianni ha parlato, questa mattina ai radiomicrofoni della signora, di questa possibilità. “Penso che chiederei quelle zone dove devo valutare una certa stabilità di dati positivi da 14 giorni a questa parte – ha spiegato il presidente della Toscana – potrebbero essere le province di Grosseto e Siena. Comunque credo che oggi non succeda, ma nei prossimi giorni”.

La crisi economica da Covid: “sciacalli nei ristoranti”

L’hanno già provato durante la prima ondata di Covid: uno sciacallo pronto a balzare sugli imprenditori in crisi. In questo caso l ‘”assalto” è arrivato dall’Austria e Navigare sul web è una risposta patriottica e orgogliosa di un agente immobiliare. Ci risiamo: la denuncia arriva da Firenze, dove molti ristoranti e anche albergatori hanno ricevuto “proposte inappropriate” per vendere la loro attività. Ecco l’articolo

READ  Nagorno: Putin, cessate il fuoco completo tra Azerbaigian e armeni - il mondo

Maschere, istruzioni per l’uso

Ora dovremmo conoscere tutti le regole, ma sono tanti quelli che non indossano correttamente la maschera: chi la tocca costantemente, chi la indossa sul mento e chi non la cambia per diversi giorni. Ecco quindi i consigli per utilizzare il nostro insider, il dottor Ugo Magnini, farmacista di San Giuliano Terme. Ecco l’articolo

More from Anatolio Ossani

Ho combattuto con lei fino alla fine

Un momento di forti emozioni durante la ventesima puntata di Grande Fratello...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *