Corona: Il numero di morti e feriti in Italia è a livelli spaventosi

Mercoledì in Italia è stato registrato un nuovo aumento dei decessi per il virus Corona. Nelle ultime 24 ore, 623 persone sono morte e sono stati registrati 32.961 feriti. Sono stati eseguiti 225.640 test diagnostici.

Ieri sono stati diagnosticati 35.098 morti e 580. Dall’inizio dell’epidemia, 42.953 persone hanno perso la vita nel Paese. Per ogni 100 test diagnostici, 14,6 sono risultati positivi al virus oggi, in calo di 1,5 rispetto a ieri.

Ospedali sull’orlo del collasso

Allo stesso tempo, i medici italiani stanno facendo un grosso appello sulla capacità degli ospedali del Paese di accogliere nuovi pazienti infettati dal Coronavirus.

Medici, infermieri e geriatri italiani hanno scritto in una lettera aperta: “Gli ospedali sono sull’orlo del collasso per mancanza di personale e di posti letto, mentre il flusso dei pazienti non accenna a diminuire, a causa della continua diffusione del virus”.

“La situazione è tragica. Hanno aggiunto che le autorità competenti stanno monitorando la pienezza dei reparti di terapia intensiva, ma in molti ospedali sono stati riempiti i letti in vari reparti”.

Allo stesso tempo, affermano che, nelle attuali circostanze, non possono garantire un’assistenza adeguata a tutti i cittadini che non soffrono di Coronavirus, ma di malattie croniche e non croniche.

“Ogni giorno diventa sempre più difficile trovare posti letto per i pazienti Covid-19 che vengono portati alle emergenze ospedaliere.” Il limite di capacità è stato superato e la possibilità di cure e cure nei nostri ospedali è messa a dura prova “, dicono infine i medici e gli infermieri italiani.

Fonte: ΑΠΕ-ΜΠΕ

Segui lei Nel Google News E sii il primo a conoscere tutte le novità
Guarda le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo

READ  Top 30 migliori Chiodi Per Quadri Muro del 2021: recensione e funzionalità intelligenti

More from Celestina Locatello

Piazza San Marco a Venezia è allagata – ingenti danni

Il maltempo che ha colpito l’Italia ha causato alluvioni e problemi in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *