Consultazioni “febbrili” tra i leader della Turchia

È in corso a Bruxelles Consiglio europeo Ai leader dei “27” viene chiesto di prendere decisioni su tre questioni principali: il bilancio del gruppo – e il fondo per la ripresa – il cambiamento climatico, e la questione cruciale per la Grecia è la risposta dell’UE al suo comportamento deviante. tacchino.

Da una parte Fondo di recupero Non è escluso che gli sviluppi avvengano entro un giorno se si verificheranno le informazioni sul raggiungimento di una formula di compromesso tra la presidenza tedesca dell’Unione con la Polonia e l’Ungheria, che potrà cancellare 750 miliardi di euro per il fondo. Va notato che Budapest e Varsavia hanno posto il veto all’approvazione del bilancio a causa della clausola del meccanismo di finanziamento di gruppo nel rispetto dello Stato di diritto.

Per Cambiamento climatico L’obiettivo di ridurre le emissioni di anidride carbonica dovrebbe salire al 55% dei livelli del 1990 entro il 2030, secondo la bozza di conclusioni trapelate.

Circa il problema scottante Sanzioni contro la Turchia Molto probabilmente ci saranno sviluppi alla cena dei leader.

Uno Redigere nuove conclusioni Quello che è venuto alla scienza di Politico includeva lievi cambiamenti nella relazione Con quello che già trapela E non sembra soddisfare Grecia e Cipro.

La cosa principale è che la bozza lo nomina Josep BorrellL’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, per la proposta di prorogare prima le sanzioni Vertice del marzo 2021.

Fonti diplomatiche citate da Politico hanno indicato che per Atene e Nicosia il riferimento al prossimo marzo si riferisce alla questione molto più tardi di quanto desiderato, e auspicano un maggiore impegno dell’Unione Europea. Altre fonti diplomatiche hanno affermato che l’idea di un vertice di emergenza era sul tavolo a febbraio.

READ  Ciao, Anthony

E, come ha notato in modo univoco un diplomatico, tutti gli Stati membri sono d’accordo su questo “Qualcosa a che fare con la Turchia” Ma non siamo d’accordo su questa “cosa”.

Il Primo Ministro ha parlato dell’interesse del Vertice nei confronti della Turchia, Kyriakos MitsotakisAll’arrivo al Consiglio europeo.

Dopo aver presentato le questioni in discussione, il Primo Ministro ha parlato del comportamento deviante della Turchia Medio orientale. “Al Consiglio europeo di ottobre, tutti i capi di Stato e di governo hanno deciso che ci sarebbero state conseguenze se la Turchia avesse continuato il suo comportamento perverso”., Egli ha detto.

Lo ha anche indicato “La posta in gioco è molto chiara e molto chiara: la credibilità dell’Unione europea”, A conferma di ciò Ora, quindi, vedremo se noi, come Europa, abbiamo davvero la credibilità di ciò che abbiamo concordato su noi stessi.

La dichiarazione del Primo Ministro è stata la seguente:

Nell’agenda molto ricca degli europei vertice Ha individuato due questioni di particolare importanza: La prima riguarda la sospensione del diritto di veto da parte di Ungheria e Polonia sull’approvazione del bilancio e del fondo di recupero. Penso che la proposta e il compromesso raggiunto vadano nella giusta direzione e che questa questione, quella in sospeso, finirà oggi.

Come sapete, la Grecia è uno dei primi paesi a presentare effettivamente il suo piano dettagliato su come utilizzare le risorse del fondo di recupero. È molto importante, data l’entità della crisi economica, che il denaro del fondo di recupero cada il più rapidamente possibile nelle economie reali dell’Europa.

La seconda questione che ci preoccupa è la situazione nel Mediterraneo orientale e le nostre relazioni con esso tacchino. La scommessa qui è molto chiara e molto chiara: la credibilità dell’Unione europea. Al Consiglio europeo di ottobre, tutti i capi di Stato e di governo hanno deciso che ci sarebbero state conseguenze se la Turchia avesse continuato il suo comportamento perverso. E abbiamo concordato che la data per la decisione sarà questo Consiglio europeo, il Consiglio europeo, a dicembre. Ora, quindi, vedremo se noi, come Europa, abbiamo davvero la credibilità di ciò che ci siamo accordati. “Il contratto è appaltatori della Sharia”.

Vogliamo stabilirci nel Mediterraneo orientale per molto tempo

Cancelliere tedesco Angela MerkelVenendo al Consiglio europeo di Bruxelles, ha detto che la Presidenza tedesca ha lavorato sistematicamente per trovare un accordo con Ungheria e Polonia sul fondo di recupero e oggi si vedrà se c’è consenso.

dal suo fianco Il presidente della Francia, Emmanuel Macron Ha sottolineato che si aspetta una collaborazione nella lotta all’epidemia, soprattutto nella produzione e distribuzione di vaccini negli Stati membri dell’Unione Europea.

Per quanto riguarda la Turchia, Emmanuel Macron ha affermato che la posizione della Francia è rimasta coerente con le decisioni del Consiglio europeo di ottobre Chiede la sovranità degli Stati membri dell’Unione Europea e la stabilità nel Mediterraneo orientale, Nord Africa e Medio Oriente.

Josep Borrell, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza e vicepresidente della Commissione europea, ha sollevato la questione, il quale ha affermato che la posizione di Ankara non solo è migliorata, ma in alcuni casi è peggiorata.

Kurtz: misure decisive contro le violazioni del diritto internazionale

Da parte sua, il cancelliere austriaco Sebastian Kurtz ha affermato che l’Unione europea dovrebbe adottare misure decisive contro le violazioni del diritto internazionale da parte della Turchia. In questo contesto, è necessaria una risposta comune e decisiva da parte dell’Unione europea con ulteriori sanzioni, mentre l’Austria sostiene anche l’idea di un embargo sulle armi ad Ankara.

le notizie di oggi:

Musialos: Gli stessi adoratori confutano il loro argomento principale: la morte shock per morbillo

Problemi su Facebook

Conferenza online su “Molestie e abusi nello sport” organizzata dall’Università di Aristotele, Salonicco

Vedi tutti gli ultimi notizia Dalla Grecia e dal mondo, al momento della sua comparsa, su Protothema.gr

More from Celestina Locatello

Coronaius: drammatico avvertimento per il medico – Pazienti in auto fuori dagli ospedali

Il presidente delle federazioni mediche italiane, Filippo Agnelli, ha chiesto la chiusura...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *