Com’era 100 anni fa quando hai sviluppato il diabete – Scienza e salute

Le iniezioni di insulina sono state scoperte 100 anni fa e considerate un miracolo. Ma non era semplice: le siringhe erano di vetro ed erano quattro volte più grandi di oggi. Quest’anno ricorre il 95 ° anniversario della fondazione della più antica associazione mondiale per il diabete.

Il giorno in cui è stato diagnosticato, era anche molto spaventato. Non sapendo quale fosse la malattia e una volta tornato a casa, decise di fare delle ricerche sull’Enciclopedia Britannica. Dichiarazione di non responsabilità: gli anni ’70 stavano andando avanti e non c’era ancora Google e nemmeno Internet. La presunta enciclopedia era più antica: dal 1918. Durante la lettura della voce “Diabete”, José Julio Berger si bloccò. “A quel tempo, l’insulina non era ancora stata inventata, tutti i pazienti morivano e puoi calcolare l’orrore che mi ha colpito”, ha detto. Sabato.

Nonostante questa storia, il diabete non è più necessariamente fatale – come una volta -, è ancora orribile. L’ingegnere chimico 77enne descrive: “Ci è stato impedito di rendere le nostre vite normali. Inoltre, abbiamo considerato la società innaturale”. Uno dei maggiori ostacoli è stato trovare un lavoro. Jose Giulio Berger si rende presto conto che, per trovare un lavoro, non può rilevare il suo diabete.

Si è laureato nello stesso momento in cui è stato diagnosticato: avrebbe compiuto 26 o 27 anni. Aveva metodicamente sete e si è svegliato più di una volta durante la notte per andare in bagno. È andata dal medico (proviene da una famiglia di medici, nel qual caso ha chiesto aiuto a una cugina adatta) e ha fatto un test del glucosio, simile a quello che fanno le donne incinte durante la gravidanza.

READ  Il rover cinese Gourong entra nella storia con il suo atterraggio su Marte

More from Anatolio Ossani

GF Vip, Wild Rome in lacrime: cosa è successo?

Cosa o chi ha provocato il grido della Silvagia di Roma dopo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *