Benvenuti alle notizie di FIFA.com, un omaggio a Paolo Rossi

  • Paolo Rossi è deceduto il 9 dicembre
  • Gianni Infantino, Marco Tardelli e Dino Zoff salutano il Bubbleto
  • FIFA elogia Prussi per i suoi video, citazioni, curiosità e statistiche

Gianni loda Pableto

“Ciao Pablito, un simbolo di gioia, vendetta, generosità, compassione, successo e personalmente un simbolo di orgoglio per tutti gli italiani. Un eroe umano e una leggenda mondiale.”

Leggi i commenti completi del presidente della FIFA Gianni Infantino di seguito ….

Vedi anche

Infantino: Il Pableto era un simbolo di gioia e orgoglio per tutti gli italiani



Inzaghi, Tardelli, Fieri, Zambrotta e Zuf guidano la fedeltà

“Quando ero ragazzo e giocavo a calcio per strada, Paolo Rossi era per l’Italia come Pelé e Maradona in Brasile e Argentina”.

Leggi il commento completo di Clarence Seedorf e di altre icone del calcio nel link sottostante …

Il mondo del calcio piange la morte di Paolo Rossi

Vedi anche

Il mondo del calcio piange la morte di Paolo Rossi



Dopo le imprese di Rossi a Barcellona, ​​ci sono voluti 30 anni prima che un altro giocatore segnasse una tripletta contro il Brasile. Lionel Messi è stato il successivo in una partita amichevole nel 2012.

l’intervista

“Quello che mi resta davvero è vedere tutte le bandiere italiane in campo dopo che l’arbitro ha fischiato il fischio finale. Certo che ricordo i gol, tutti quei momenti meravigliosi. Ma quando ho alzato la testa e ho visto tutte quelle bandiere in tutto il campo … non sono nazionalista, ma nei momenti di Così senti davvero di appartenere a qualcosa. Appartieni a un gruppo, a una nazione. Vedere lo stadio semplicemente ricoperto di bandiere italiane è stato un momento straordinario, lo ricorderemo per sempre “.

Leggi l’intervista completa di Rossi alla FIFA al link sottostante …

Rossi: il primo gol del Brasile mi ha cambiato la vita

Vedi anche

Rossi: il primo gol del Brasile mi ha cambiato la vita



Ha studiato l’arte di Enzo

Paolo Rossi non segna gol per l’Italia da tre anni e quasi 15 ore di gioco. Enzo Bearzot ha subito pressioni assordanti per lasciarlo cadere nella resa dei conti con il candidato travolgente Brasile.

Rifiuto. “Era il miglior attaccante del mondo e sapevo che era l’uomo che poteva vincere la Coppa del Mondo per noi”, ha detto il “vecchio”.

READ  Un veicolo con almeno due morti di fanteria - Corriere.it

Così, Bearzot ha escogitato un piano ingegnoso per placare Rousey. Ha trascorso il giorno prima del gioco alla ricerca di pittori cubisti e surrealisti. Quella notte entrò nella stanza di Rossi, bussò alla porta e passarono 40 minuti a discutere di arte.

Il giorno successivo, Rossi ha dipinto di blu il Barcellona, ​​affrontando il lato più artistico della storia del calcio.

“Potrebbe sembrare sciocco”, ha detto Rossi anni dopo, “ma penso sempre quanto sia importante quel chiacchiericcio per tutto quello che è successo”. Non sapevo al momento che stava dimostrando [to be interested]. Mi ha rilassato, ha dormito bene e si è svegliato rilassato. “

Lo sapevate?

  • Rossi è stato il primo giocatore a raggiungere la vetta delle classifiche in Serie B e Serie A in stagioni consecutive. Lo ha fatto grazie a 21 gol in 36 partite con il Vicenza nel 1976/77, e 24 gol in 30 nella stagione successiva.
  • A causa del primo round, che era in Azzurro La squadra di scommesse inglese ha segnato la squadra nazionale italiana 12 ° delle restanti 12 squadre a vincere la Spagna 1982.
  • Anni dopo aver concluso il sogno di Falcao, Socrate, Zico e dei suoi compagni ai Mondiali, Pableto era in vacanza in Brasile quando un tassista lo ha riconosciuto nello specchietto retrovisore e gli ha ordinato con rabbia di uscire. Pochi minuti dopo le scuse dell’italiano, il brasiliano ha finalmente ceduto e ha continuato il viaggio.
  • La biografia di Rossi intitolata Ha fatto piangere il Brasile.

Miglior marcatore dell’Italia ai Mondiali

Giocatore Obiettivi Aspetto di
Christian Vieri 9 9
Paolo Rossi 9 14
Roberto Baggio 9 16
Toto Shilachi 6 7
Silvio Piola 5 4
Alessandro Altobelli 5 7

Solo tre giocatori hanno vinto il Pallone d’Oro adidas, la Scarpa d’Oro adidas e la Medaglia del Vincitore della Coppa del Mondo: Garrincha (Cile 1962), Mario Kempes (Argentina 1978) e Rossi (Spagna 1982).

Un altro saluto

More from Celestina Locatello

Il candidato all’Oscar italiano “Notorno” è stato nominato Film europeo dell’anno

Nel bollettino globale di oggi, il film italiano “Notorno” vincitore di un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *