AM Best conferma i rating di credito di Assicurazioni Generali SpA e delle sue controllate

Amsterdam – (Filo funzionante) –Sono il migliore Affermato Financial Strength Rating (FSR) di A (Excellent) e Long-Term Issuer Credit Rating (Long-Term ICR) di “a +” di Assicurazioni Generali SpA (Generali) (Italia) e delle principali controllate con rating. Allo stesso tempo, AM Best ha confermato i rating di credito a lungo termine (IR di lungo termine) per gli strumenti di debito emessi o garantiti dalle Generali. L’outlook per i rating del credito (rating) è stabile.

I rating riflettono la forza del bilancio di Generali, che AM Best classifica come robusto, così come la sua robusta performance operativa, il profilo di business altamente favorevole e un’adeguata gestione del rischio aziendale.

La solidità del bilancio di Generali è sostenuta da una capitalizzazione corretta per il rischio che è al livello più alto, misurato dal Capital Adequacy Ratio (BCAR) di Best. Il coefficiente di solvibilità organizzativa del gruppo ha raggiunto il 203% al 30 settembre 2021 (YE 2019: 224%). I fattori di compensazione nella valutazione includono la grande esposizione del Gruppo in obbligazioni sovrane italiane, pari a 62,8 miliardi di euro, pari al 214% del patrimonio netto, alla fine del 2019. Sebbene il debito sia detenuto principalmente a fronte di contratti di vita partecipativi, la posizione introduce potenziali fluttuazioni di solvibilità. Livelli di patrimonializzazione regolamentari e aggiustati per il rischio.

La forte performance operativa di Generali è guidata da una forte performance tecnica. I risultati tecnici si basano sull’attività non correlata del gruppo, che ha prodotto una media combinata del 92,9% nel periodo di cinque anni che termina nel 2019, secondo il calcolo di AM Best. I risultati tecnici vita del gruppo sono ancora influenzati dai prodotti legacy con garanzie di tassi di interesse elevati, ma AM Best prevede che la continua focalizzazione del gruppo sull’efficienza del capitale e sui prodotti a bassa garanzia migliorerà la redditività di questa linea. Sebbene la pandemia COVID-19 abbia influito sulla redditività di Generali, i risultati dovrebbero tornare ai benchmark storici. Le perdite legate all’epidemia sono state guidate principalmente da risultati non operativi, in particolare sugli investimenti. L’utile netto del gruppo è stato di € 1,3 miliardi per i primi nove mesi del 2021, in calo del 40% rispetto allo stesso periodo del 2019.

READ  Il Gruppo Benetton collabora con un editore

Il profilo di business altamente favorevole di Generali è supportato dal suo posizionamento leader e difendibile nei suoi mercati principali. Il Gruppo gode di un forte franchise, rafforzato dal suo eccellente accesso al mercato attraverso la sua forte rete di proprietà e la strategia di distribuzione multicanale. Il gruppo ha continuato ad espandere la propria attività di asset management, con asset di terzi in gestione che sono rimasti invariati durante la pandemia a 161 miliardi di euro fino al 30 settembre 2021. L’attività fornisce al gruppo una fonte diversificata di entrate.

Si confermano gli FSR per A (eccellente) e gli ICR di lungo termine per ‘a +’ con outlook stabile per Assicurazioni Generali SpA e le sue seguenti controllate:

  • La società Generali Italia SpA

  • Generali Germany AG

  • COSMOS Lebensversicherungs AG

  • COSMOS Insurance AG

  • Generali Vie SA

  • Generali IARD SA

  • Generali Ceská Pojištovna, as

  • Generali España, Sociedad Anonima de Seguros y Reaseguros

  • Generali Germany Insurance AG

  • Generali Germany Health Insurance AG

  • Generali Germany Life Insurance AG

Si conferma un ICR di lungo termine per “bbb +” con outlook stabile per Generali France SA

I seguenti IR a lungo termine sono confermati con una prospettiva stabile:

Assicurazioni Generali SpA –

  • Un prestito obbligazionario prioritario non garantito di 1.750 milioni di euro 5,125% con scadenza 2024

  • “A-” su un titolo subordinato a tasso fisso / variabile 5,5% con scadenza 2047 (richiamabile nel 2027)

  • “A-” su un’obbligazione subordinata a tasso fisso / variabile al 5% di 850 milioni di euro, con scadenza 2048 (richiamabile nel 2028)

  • “A-” su obbligazioni subordinate a tasso fisso da 1.000 milioni di euro 4,125% con scadenza 2026

  • “A-” su un titolo subordinato a tasso fisso / variabile del 7,75% di 1.250 milioni di euro, con scadenza 2042 (richiamabile nel 2022) (di cui 467 milioni di euro in circolazione)

  • “A-” su un prestito obbligazionario subordinato a tasso fisso / variabile del 10,125% di 750 milioni di euro, con scadenza 2042 (richiamabile nel 2022) (di cui 302 milioni di euro ancora in essere)

  • A- Su un prestito obbligazionario subordinato a tasso fisso di 500 milioni di euro al 3,875% con scadenza 2029

  • “A-” su obbligazione subordinata da 750 milioni di euro, 2,124% a tasso fisso, con scadenza 2030

  • “bbb +” su 495 milioni di sterline a una media del 6,416% a tasso fisso / variabile per debiti perpetui piccoli, rimborsabili nel 2022 (di cui 167 milioni di sterline ancora in essere)

  • “Bbb +” su obbligazione permanente junior a tasso fisso / variabile al 6,269% a £ 350m, rimborsabile nel 2026

  • “bbb +” su 1.500 milioni di euro tasso fisso / variabile più profondo del 4,596% su titoli permanenti (originariamente emessi da Generali Finance BV)

I seguenti IR indicativi a lungo termine dei titoli disponibili nell’ambito del programma obbligazionario a medio termine da 15 miliardi di euro sono stati confermati come indicato, con prospettive stabili:

Assicurazioni Generali SpA –

  • A su tutte le banconote senior non garantite da emettere nell’ambito del programma

  • A- Per tutte le note secondarie senior che saranno emesse nell’ambito del programma

  • “bbb +” su tutte le banconote secondarie che saranno emesse nell’ambito del programma

Questo comunicato stampa si riferisce ai rating di credito pubblicati sul sito web di AM Best. Per tutte le informazioni sulla classificazione relative alle divulgazioni e alle relative divulgazioni, inclusi i dettagli dell’ufficio responsabile dell’emissione di ciascuno dei singoli rating a cui si fa riferimento in questo comunicato, consultare AM Best’s Attività di classificazione recente Pagina web. Per ulteriori informazioni sull’uso e sui limiti delle opinioni sulla solvibilità, vedere Guida ai migliori rating di credito. Per informazioni sull’uso appropriato da parte dei media del rating di credito di Best e dei comunicati stampa di AM Best, consultare Una guida per i media – Uso corretto dei migliori rating di credito e comunicati stampa per le migliori procedure di rating AM.

AM Best è un’agenzia di rating del credito globale, un editore di notizie e un fornitore di analisi dei dati specializzata nel settore assicurativo. Con sede negli Stati Uniti, la società opera in oltre 100 paesi e ha uffici regionali a New York, Londra, Amsterdam, Dubai, Hong Kong, Singapore e Città del Messico. Per maggiori informazioni visita www.ambest.com.

Copyright © 2021 di AM Best Rating Services, Inc. E / o delle sue affiliate. Tutti i diritti riservati.

More from Cirillo Buratti

Magni si aggiunge al team di vendita degli Stati Uniti

21.12.2020 Il produttore italiano di attrezzature per la movimentazione Magni ha nominato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *